Come scegliere le porte interne della tua casa

Consigli utili su come scegliere le porte interne che meglio si adattano alla tua casa

Così come è importante scegliere gli infissi giusti per la propria casa, allo stesso modo è importante la scelta delle porte interne. Esse svolgono un ruolo significativo all’interno di un’abitazione, tanto da un punto di vista funzionale quanto estetico. Scegliere le più adatte alle diverse esigenze non è sempre una passeggiata. Per questo motivo, abbiamo pensato di darti consigli utili per acquistare le porte più adatte al tuo appartamento, pratiche e abbinate a pavimenti e infissi

Come scegliere le porte interne: errori da non fare

Le porte interne della casa svolgono delle funzioni ben precise: separano gli ambienti, garantendo la privacy, li isolano sonoramente e completano l’arredo della casa. Questo vuol dire che quando scegli le porte non puoi né trascurarne la qualità né l’aspetto estetico.

Quando si deve ristrutturare casa, uno dei gli errori da non fare è scegliere le porte dopo aver già avviato i lavori. Potrebbe essere necessario fare qualche piccolo intervento per sistemare le porte e, di conseguenza, rovinare la muratura appena fatta. Non accade sempre, ma è una possibilità: meglio giocare d’anticipo.

come scegliere le porte interne della casa

Altro errore grave è fermarsi alla prima soluzione trovata risolvere una specifica problematica di spazio. Confrontati con un esperto che può aiutarti a trovare l’opzione che si adatta alle tue esigenze funzionali e di gusto. Oltre alla tradizionale porta a battente, esistono diverse possibilità che sposano il concetto di abitazione piccola, in cui lo spazio va sfruttato nel migliore dei modi. Sono situazioni ricorrenti per coppie giovani o nuclei familiari momentaneamente in affitto. Le porte scorrevoli sono da preferire quando manca la possibilità di aprire l’anta di una porta classica. Nella sua versione a scorrimento su binario esterno, la porta scorrevole permette anche di giocare con la combinazione di legno e vetro decorato, per effetti di grande impatto estetico. Per ambienti secondari, come il secondo bagno, una soluzione salva spazio ottimale è la porta pieghevole. Quest’ultima è molto più gradevole come elemento d’arredo e più duratura dell’ormai vecchia porta a soffietto.

Scegliere le porte rispetto allo stile di arredamento

Si sa, i gusti sono gusti e nessuno può giudicarli, ma al momento della scelta delle porte potresti comunque essere in difficoltà e non sapere cosa fare. Partiamo da un principio piuttosto logico: l’arredamento contemporaneo vuole la porta dalla linea contemporanea, il gusto classico richiede la porta classica. La commistione di stili non è preferibile, invece bisogna creare un insieme che risulti piacevole prima di tutto a te, che abiti nell’appartamento. La scelta del colore è la più problematica, perché le porte devono abbinarsi agli infissi e, in particolar modo, al pavimento.

Cosa preferisci, il contrasto o l’omogeneità cromatica? Nel primo caso, puoi scegliere porte e serramenti di colori differenti, mentre nel secondo caso sta a te decidere quale dei due elementi uniformare al pavimento. Non è determinante il fatto che tu abbia installato infissi in pvc o in legno, ma è significativa la tonalità scelta. In linea di massima, i serramenti chiari creano un effetto maggiore di luminosità su pavimenti chiari. Su quest’ultimi, le porte in rovere sbiancato sono perfette. Sul color wengé, molto scuro, generano un contrasto molto ricercato ed elegante. La porta tradizionale in ciliegio è un evergreen, che si abbina bene ai colori chiari e al parquet dello stesso colore. Proprio con il parquet bisogna avere maggiore attenzione: i colori delle porte e del pavimento devono essere proprio uguali. Per quel che riguarda il marmo, è meglio evitare le porte colorate. Queste ultime, infatti, sono da preferire con uno stile ultramoderno, in cui può anche esserci spazio per porte bianche laccate in contrasto con il pavimento molto scuro. Con il cotto va evitato lo sfarzo a vantaggio della sobrietà.

In altre parole, prima di scegliere le porte definisci prima cosa vuoi per la tua casa, quali giochi di luci, ombre e trasparenze vuoi ricreare. Consulta un professionista che sappia consigliarti porte di qualità, robuste, durevoli nel tempo e belle da vedere. L’acquisto delle porte è un vero e proprio investimento, esattamente come accade per la scelta degli infissi.

Sono una copywriter e social media manager; tra un caffè e l’altro, una bozza e una foto su Instagram, scrivo recensioni di libri, racconti di viaggio e articoli sul web.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *